Un omaggio alla creatività e all’ingegnosità italiana, la Whitney Bag è nata dall’inedito connubio tra il Renzo Piano Building Workshop e Max Mara.
“Estetica” e “tecnica" sono i concetti fondanti di questa borsa che si ispira, per purezza di disegno e ricerca dei materiali, direttamente alla facciata e alle proporzioni del Whitney Museum of American Art di New York
Maxmara Whitneybag D Max Mara

La prima apparizione della Whitnay Bag risale all’aprile 2015 in occasione dell’apertura della nuova sede del Whitney Museum of American Art nel Meatpacking District di New York. Realizzata in pregiata pelle morbida, la Whitney Bag si contraddistingue per un’elegante superficie caratterizzata da nervature preformate a caldo che si assottigliano fino a diventare puro tratto. Veri e propri “tagli grafici” che richiamano direttamente l’aspetto modulare della facciata del nuovo Whitney Museum. La Whitney Bag è parte della collezione permanente del museo del Fashion Institute of Technology di New York.

Anniversary Edition

Per celebrare il suo quinto anniversario, la borsa cult è stata rilanciata in un’edizione speciale dedicata ai colori delle opere della pittrice americana Florine Stettheimer, che vanta una presenza importante presso il Whitney Museum. Femminista e attivista ante litteram (1871-1944), la sua opera “Sun”, realizzata nel 1931, ha ispirato le cinque nuove varianti cromatiche della borsa e il design a stampa floreale della fodera interna. Un’edizione da anniversario dunque, o meglio ancora cinque, da collezionare come opere d’arte.

Maxmara Whitneybag Limited I Max Mara