Max Mara Resort 2024 - Septem Flores

La City Hall di Stoccolma fa da scenario alla sfilata Resort 2024. Il palcoscenico dello show è la magnifica Blue Hall: la sala è famosa per ospitare ogni anno il banchetto di celebrazione del premio Nobel. È infatti Selma Lagerlöf, la prima donna ad aver vinto un premio Nobel in Letteratura, a sintetizzare lo spirito di questa collezione. Max Mara si ispira anche alla cultura svedese folkloristica legata al Midsommar, la festa che celebra l'estate. Una delle più affascinanti tradizioni è quella della raccolta di sette tipi di fiori selvatici, Septem Flores: la leggenda narra che chiunque sia così fortunato da trovarli tutti, dovrà dormire ponendoli sotto il cuscino per poter sognare il proprio futuro amore.

Scopri tutti i look della Collezione Max Mara Resort 2024

Maniche gigot, gonne che sfiorano le caviglie, cappe da indossare con papillon: la silhouette sartoriale e lo stile del 1900 vengono reinterpretate in chiave moderna. In contrasto, tuniche fluttuanti, lunghe e corte, impreziosite da trecce nero e avorio, pom-pom, nappe e borchie fanno da eco a motivi folk. Max Mara rinnova l’identità del look floreale. Con stampe di rami e fiori colorati, come fossero un prato del Midsommar, la collezione presenta look per serate da sogno, dove colletti e polsini bianchi a contrasto richiamano le atmosfere urbane.

City Halll Max Mara

Stockholm City Hall

La magnifica City Hall di Stoccolma ha fatto da scenario alla sfilata Resort 2024. La City Hall è famosa soprattutto per ospitare il banchetto di celebrazione del premio Nobel. L'edificio, costruito tra il 1911 e il 1923 è un gioiello architettonico ispirato allo stile italiano rinascimentale, allo stile barocco svedese e allo stile romantico nazionale.