Cube Cover Max Mara

Progetto “icona” focalizzato sul piumino, Max Mara The Cube è un sistema integrato di capispalla e relativi accessori nato nel 2008, un’identità precisa evidenziata anche dall’inconfondibile packaging, “Cube”.

Max Mara The Cube.

Max Mara The Cube, grazie al suo design innovativo, è stato incluso nelle collezioni dello Staatliche Museen di Berlino e del FIT di New York, dove è stato esposto come “oggetto di culto” all’interno della mostra “Moda e tecnologia”.
Per continuare a rendere omaggio alla ricerca e all’innovazione del design di Max Mara The Cube, abbiamo chiesto l’interpretazione visiva di undici fotografi, fornendo loro una sola indicazione: life, cubed. 

“What I do when I take photos is I live in the moment. I create situations where something interesting will happen, and by allowing everyone to be part of the creativity you get spontaneous moments”.

Californiana madre di due giovani surfisti, l’artista Tierney Gearon trae ispirazione da questo ambiente per realizzare il progetto fotografico per Max Mara The Cube. Parte da qui l’idea di Gearon di realizzare delle foto documentaristiche, raccontando la giornata tipo dei suoi figli e di alcuni amici nella casa in riva alla spiaggia.

's Cube 1 Max Mara

“What I do when I take photos is I live in the moment. I create situations where something interesting will happen, and by allowing everyone to be part of the creativity you get spontaneous moments”.

Californiana madre di due giovani surfisti, l’artista Tierney Gearon trae ispirazione da questo ambiente per realizzare il progetto fotografico per Max Mara The Cube. Parte da qui l’idea di Gearon di realizzare delle foto documentaristiche, raccontando la giornata tipo dei suoi figli e di alcuni amici nella casa in riva alla spiaggia.

“The subject, for me, is a gift that keeps on giving because the definitions have been changing.”

Laurie Simmons ha ottenuto una fotocamera Kodak Brownie da suo padre quando aveva 6 anni e da quel giorno tutto è cambiato. Oggi Simmons è una delle artiste di spicco della scena fotografica contemporanea. Il tema ricorrente nel suo lavoro sono le bambole nelle loro diverse dimensioni creando fotografie che rimandano a scene domestiche e a tratti distorte. Un senso di scala che ha utilizzato anche nella narrazione del progetto Max Mara The Cube.

's Cube 2 Max Mara

“The subject, for me, is a gift that keeps on giving because the definitions have been changing.”

Laurie Simmons ha ottenuto una fotocamera Kodak Brownie da suo padre quando aveva 6 anni e da quel giorno tutto è cambiato. Oggi Simmons è una delle artiste di spicco della scena fotografica contemporanea. Il tema ricorrente nel suo lavoro sono le bambole nelle loro diverse dimensioni creando fotografie che rimandano a scene domestiche e a tratti distorte. Un senso di scala che ha utilizzato anche nella narrazione del progetto Max Mara The Cube.

“I like the idea of making images of things you know exist but don’t necessarily see a lot of”

Marilyn Minter è una pittrice, scultrice e fotografa statunitense dalle mille lentiggini sul volto. Un tratto distintivo che per molti anni l’ha portata a scegliere soggetti fotografici senza lentiggini, per poi focalizzarsi proprio su questa caratteristica, documentandola ancor prima che l’idea della diversità diventasse di moda. Nelle sue immagini di Max Mara The Cube, Minter ha scelto una modella che definisce "The Face of the Future" - una donna dai lineamenti multirazziali che mette in discussione proprio questo concetto di bello oggettivo.

's Cube 3 Max Mara

“I like the idea of making images of things you know exist but don’t necessarily see a lot of”

Marilyn Minter è una pittrice, scultrice e fotografa statunitense dalle mille lentiggini sul volto. Un tratto distintivo che per molti anni l’ha portata a scegliere soggetti fotografici senza lentiggini, per poi focalizzarsi proprio su questa caratteristica, documentandola ancor prima che l’idea della diversità diventasse di moda. Nelle sue immagini di Max Mara The Cube, Minter ha scelto una modella che definisce "The Face of the Future" - una donna dai lineamenti multirazziali che mette in discussione proprio questo concetto di bello oggettivo.

Precedentemente, altri otto fotografi hanno interpretato il progetto: Erik Madigan Heck, Koto Bolofo, Rinko Kawauchi, Hellen Van Meene, Max Farago, Lorenzo Vitturi, Christopher Anderson e Tina Barney.

Cube Landing Camelux Mobile Max Mara

Cameluxe

La nuova esclusiva imbottitura di The Cube

Scopri di più